Come scegliere il miglior notebook o tablet professionale per il tuo Business

Come scegliere il miglior notebook o tablet professionale per il tuo Business

La scelta di un computer in ambito business è strettamente collegata al tipo di operazioni che si andrà a compiere con esso e deve essere preventivamente valutata dal punto di vista del budget, caratteristiche della macchina, applicativi inclusi e funzionalità speciali.

In questo articolo ci concentreremo su notebook e tablet, ossia dispositivi per loro vocazione portatili, e vedremo quali aspetti tenere in considerazione nella scelta.

Dimensioni

I notebook, ancor più che i tablet, esistono in moltissime forme e configurazioni interne, dedicate alle più svariate attività. La dimensione del case esterno e dello schermo è uno dei primi fattori da valutare durante la fase di scelta. Vediamo le principali categorie nelle quali è possibile suddividere i laptop.

Netbooks e tablet

Si tratta dei portatili più leggeri e facilmente trasportabili, hanno di solito schermi da 10 o 11 pollici e sono indicati come supporti di comunicazione quando si lavora fuori sede. Dimensioni simili comportano purtroppo un sacrificio delle prestazioni, a livello di calcolo e capienza dello storage interno e sono pertanto poco utilizzabili in ambito business, soprattutto per attività che vanno oltre il semplice controllo delle mail e navigazione internet.

Ultraportatili

Salendo di poco con le dimensioni dello schermo, gli ultraportatili solitamente hanno display compresi fra gli 11 e i 13 pollici. Se il principale problema da risolvere è il peso, un ultraportatile è probabilmente la soluzione migliore: prestazioni e storage rimangono buone pur non essendo indicate per un uso come pc primario.

Portatili leggeri

Con schermi fra i 13 e i 14 pollici, questi laptop offrono solitamente il miglior bilanciamento fra prestazioni e portabilità. La tastiera è comoda anche per lunghe sessioni di scrittura e lo schermo permette un utilizzo prolungato senza affaticare gli occhi. Inoltre, c’è spazio a sufficienza per componenti di fascia superiore a livello di prestazioni, pur mantenendo il peso entro limiti contenuti.

Portatili

Lo step successivo è rapprensentato dai laptop mainstream, con schermi da 15 o 16 pollici, quindi abbastanza ampi da permetter quasi tutti i tipi di attività, come il photo o video editing. Possono utilizzare processori e periferiche paragonabili a quelle di un computer desktop ed essendo il segmento più venduto hanno solitamente un rapporto prezzo/prestazioni vantaggioso.

Laptop per utilizzi speciali

Non una vera e propria categoria, sotto questa etichetta ricadono tutti i laptop costruiti con destinazioni particolari, come ad esempio l’utilizzo in cantiere o altri ambienti “ostili”. Possono essere impermeabili a polvere ed acqua, o integrare periferiche per utilizzi particolari: solitamente però sono ingombranti e pesanti e dovrebbero essere pertanto presi in considerazione solo in caso di reale necessità.

 

Potenza di calcolo

Processore, memoria volatile e memoria fisica sono classicamente i tre componenti che determinano la capacità di calcolo di un laptop: esistono moltissime combinazioni possibili ed il consiglio è di acquistare i componenti migliori attualmente presenti sul mercato che il proprio budget permette. Qualsiasi sia l’uso particolare di un computer, aggiornamenti di sistema e applicativi via via più esigenti renderanno progressivamente la macchina obsoleta: è meglio dunque tenere in considerazione questo aspetto in fase di investimento.

Nel caso di applicativi specifici che richiedano hardware particolare, è necessario selezionare le macchine che prevedano già le periferiche necessarie o che siano facilmente espandibili. Un esempio potrebbe essere la videoconferenza, per la quale una buona webcam possibilmente HD è un requisito fondamentale.

 

Software integrato

Laptop pensati per il mercato business dovrebbero prevedere degli applicativi preinstallati al momento dell’acquisto indirizzati verso un uso professionale: dal sistema operativo (versioni avanzate di Windows, distribuzioni Linux ad hoc, MacOs Server, ecc..) al software di terze parti (suite office, antivirus e firewall business-level, software per il backup ricorsivo..). Qualsiasi cosa mancante da questo punto di vista dovrà essere acquistata successivamente a parte, è bene quindi valutarne l’impatto sul prezzo finale.

 

Assistenza informatica

La scelta di una macchina adibita ad un utilizzo business, qualunque sia il suo livello di complessità, andrebbe affiancata ad un’assistenza informatica ad hoc che assicuri la business continuity e minimizzi il rischio di stop di produzione per problemi legati alla macchina stessa o ad un particolare software. Valutarne costi e servizi inclusi è fondamentale in fase di acquisto: un risparmio immediato potrebbe comportare perdite superiori in caso di problemi.