Reti Wifi per aziende: scopri come portare internet in tutti gli uffici

Reti Wifi per aziende: scopri come portare internet in tutti gli uffici

Avere una connessione ad internet stabile e ad alta velocità è ormai imprescindibile in qualsiasi tipo di azienda che desideri essere competitiva nel mercato.

Ma le aziende, come sappiamo, non sono tutte uguali: se per per certi settori basta un ufficio e pochi altri locali, esistono aziende di grosse dimensioni che occupano edifici interi.

Fortunatamente, la tecnologia attuale consente una grande modularità quando si tratta di fornire accesso ad internet via radio il cosidetto wifi- negli spazi aziendali, permettendo a qualsiasi business di avere una soluzione adatta alle proprie caratteristiche senza sprecare denaro inutilmente.

Vediamo assieme quali sono gli step da seguire per una corretta installazione di un sistema wireless in azienda.

Analisi del tipo di connessione internet

Per prima cosa, è indispensabile valutare il tipo di connessione presente. In Italia purtroppo non brilliamo per velocità media degli accessi ad internet, specialmente in zone rurali o comunque distanti dai grandi centri urbani, dove la fibra è ormai diffusa.

La possibilità che si stia utilizzando una connessione non soddisfacente dal punto di vista della velocità è alto: una velocità bassa finirà per limitare indirettamente la produttività.

In questo primo step quindi, bisogna valutare la possibilità di effettuare un upgrade della propria connessione: le opzioni sono essenzialmente due.

  1. Nel caso la sede aziendale sia raggiunta dalla fibra ottica, questa tecnologia rimane la scelta migliore per rapporto costi/benefici, valutando però attentamente la serietà e l’offerta commerciale dei vari gestori.
  2. Nel caso non si sia direttamente raggiunti dalla fibra, esistono fortunatamente soluzioni via radio, che prevedono l’installazione di un ricevitore radio (spesso fornito in comodato d’uso) che capti il segnale dall’antenna più vicina.
    Queste antenne sono installate da aziende specializzate e sono connesse direttamente via fibra al resto della rete, permettendo quindi un accesso ad internet ad alta velocità anche nei comuni non direttamente raggiunti dalla fibra.

Analisi degli spazi aziendali 

Come dicevamo, esistono aziende delle più disparate dimensioni, e per ognuna di esse servirà redigere una “mappa” degli ambienti interni che si vuole coprire con il segnale wireless.

In special modo, è bene tenere conto di eventuali ostacoli come muri interni, porte, pannelli, aumentando la potenza del segnale dove necessario. Bisognerà individuare dove arrivi il segnale cablato e dove invece bisognerà intervenire con degli range extender.

Una volta creata questa mappa, risulterà più facile approntare una “lista della spesa”, evitando di sovradimensionare o, viceversa, sottodimensionare l’impianto.

Previsione di utilizzo

Così come è importante una mappa degli spazi aziendali, anche prevedere l’utilizzo che si andrà a fare della rete, è fondamentale.

Quanti utenti dovranno essere collegati contemporaneamente? Per che scopi? Con che dispositivi? Rispondere a queste domande permetterà una scelta più precisa delle periferiche necessarie.

Acquisto ed installazione delle periferiche

Nella sua configurazione base, una rete wifi è composta da un modem, che riceve il segnale via cavo e lo decodifica, da un router, che smista le connessioni ai vari dispositivi connessi, e da un serie di ripetitori (detti access point) che irraggiano il segnale wifi nell’ambiente.

Il numero e le caratteristiche di queste periferiche deve essere parametrato alle necessità aziendali: in linea di massima, ogni ambiente “chiuso” dovrà prevedere almeno un ripetitore, o più d’uno nel caso di ambienti di grandi dimensioni, come ad esempio i locali adibiti alla produzione.

Per ambienti più piccoli ma con molti utenti connessi, come ad esempio un ufficio, bisognerà scegliere access point adatti, che supportino un alto numero di connessioni in contemporanea.

L’esistenza di ostacoli fisici dovrà essere sopperita con maggiore potenza radio o con dispositivi chiamati range extender, che prelevano il segnale radio dagli access point vicini e replicano lo stesso segnale, coprendo così aree maggiori.

Data l’ampia offerta commerciale di questo tipo di dispositivi, sia specifici per utenza enterprise che consumer, è sicuramente una scelta saggia quella di affidarsi ad aziende specializzate in questo tipo di installazioni, onde evitare di sprecare denaro e ritrovarsi con una rete interna non sufficiente.