Posta in Cloud, quali sono i vantaggi per un’azienda

Posta in Cloud, quali sono i vantaggi per un’azienda

L’avvento del cloud computing ha rivoluzionato quasi tutti i settori tradizionali dell’information technology: dall’archiviazione al networking, dal firewall ai sistemi di videosorveglianza, sempre più servizi e strumenti sono stati trasferiti dagli ambienti locali dell’azienda a server remoti, accessibili ovunque tramite una semplice connessione internet ed un terminale con il software adatto.

Questa rivoluzione ha portato con se grandi benefici, primi su tutti il risparmio di risorse e di denaro: se prima un’azienda doveva investire parte del proprio budget nell’acquisto, manutenzione e rinnovo del parco macchine e infrastrutture, ora non ha che da scegliere il servizio più adatto e pagare per quello, potendo contare su software sempre aggiornati e sicuri e periferiche all’avanguardia.

La posta elettronica tradizionale e i servizi nel Cloud

La posta elettronica è uno strumento centrale negli strumenti di networking fin dagli anni novanta, quando cominciò a diventare uno strumento di comunicazione di massa anche in ambito aziendale. La sua semplicità unita ad una grande flessibilità rendeva semplici comunicazioni che prima richiedevano ad esempio telefonate, fax o addirittura la posta tradizionale, con tutte le lungaggini annesse e lo spreco di risorse che ne conseguiva.

Per sostenere volumi sempre crescenti di scambio di email, le aziende cominciarono a dotarsi di server mail interni: macchine configurate per gestire la ricezione e l’invio di posta elettronica. Questi sistemi potevano essere più o meno avanzati, comprendendo ad esempio sistemi di sicurezza, software gestionale per l’invio di newsletter, funzionalità dedicate alla reportistica. Spesso accadeva però che, a causa dei costi di manutenzione o dell’installazione stessa, queste macchine non venissero aggiornate regolarmente, dando carta bianca ai tentativi di intromissione malevola o in maniera tale da risultare non più performanti a sufficienza per le esigenze di un’azienda in espansione.

In generale, la sicurezza dei server di posta on premise richiedeva aggiornamenti costanti che si traducevano in costi e spreco di risorse preziose da parte delle aziende.

La posta elettronica sul cloud

Come dicevamo, la rivoluzione cloud ha interessato quasi tutti gli ambiti IT tradizionali, e la posta elettronica, che soffriva dei problemi appena elencati, non ne è stata esente. Ma come funziona esattamente la posta elettronica sul cloud?

Spostando i propri servizi di mailing sul cloud, i server non risiedono più fisicamente nei locali aziendali, ma vengono raggiunti tramite delle interfacce di controllo alle quali si accede tramite un semplice browser web.

Le funzionalità del software comprendono quelle classiche come creazione ed invio di email, gestione delle mailing lists, possibilità di creare filtri ed organizzare le varie caselle. A queste si affiancano però altre features avanzate come integrazione con i crm aziendali, editor di newsletter avanzati, servizi di reportistica, funzionalità di sicurezza next-gen come firewall, analisi del traffico e backup automatici.

Tutta la posta rimane nei server remoti, aggiungendo un ulteriore livello di sicurezza, ed il software gestionale provvede automaticamente ad effettuare i backup periodici, in maniera da ridurre al minimo le possibilità di perdere messaggi importanti.

Il firewall viene costantemente aggiornato per essere al passo con le ultime minacce, senza necessità di intervento da parte dell’utilizzatore, e lo spazio di archiviazione rimane sempre flessibile, ottenendo il doppio risultato di non dover investire su periferiche di storage sovradimensionate e di non trovarsi all’improvviso con la posta bloccata per spazio insufficiente.

In conclusione, un sistema di posta on the cloud fa risparmiare denaro, alloca meglio le risorse, è disponibile sempre da qualsiasi terminale ed è più sicuro. Una serie di motivi più che validi per prendere in considerazione il passaggio da un sistema di posta in locale ad un servizio on the cloud.