Posizionamento su Google: permette veramente di aumentare i clienti?

Posizionamento su Google: permette veramente di aumentare i clienti?

“La pubblicità è l’anima del commercio”, recitava un vecchio detto. Nonostante questa verità sia rimasta immutata nel corso dei secoli, oggi siamo abituati a cercare attivamente informazioni e prodotti attraverso internet, quasi sempre utilizzando un motore di ricerca come Google.

Cerchiamo da una moltitudine di dispositivi come computer, smartphones, tablets, assistenti virtuali come Alexa o Siri. Parallelamente, la maniera in cui i motori di ricerca ci forniscono le risposte è cambiata ed è in continua evoluzione: conoscere questi meccanismi e adattare il proprio contenuto web di conseguenza può decretare il successo o meno di un’azienda.

Ma è proprio così? 

Vediamo assieme in questo articolo alcune basi di quella che comunemente viene chiamata SEO e di perchè sia così importante per qualsiasi tipo di azienda.

 

SEO: di cosa parliamo?

Quando si fa riferimento alla Search Engine Optimization (SEO), si allude a tutta una serie di tecniche, strategie e accorgimenti da adottare in un sito web per posizionarsi nei primi risultati di ricerca su Google (o comunque più in alto possibile), per determinate parole chiave.

Queste tecniche riguardano aspetti anche molto diversi fra loro, come velocità del sito, distribuzione delle informazioni, formattazione degli ipertesti e dei contenuti audio/video, utilizzo di parole chiave e altri fattori minori.

A complicare le cose, Google aggiorna questi fattori regolarmente, modificandone il “peso” all’interno dell’analisi che compie per determinare quali risultati favorire. Una strategia SEO vincente deve tenere conto di tutti questi fattori nel loro complesso.

SEO: quali sono i vantaggi?

I vantaggi di una strategia SEO si riflettono, come dicevamo, sul posizionamento fra i risultati di ricerca di Google per determinate parole chiave. Ad esempio, cercando “idraulico” su Google, mi verranno proposti una serie di risultati: statisticamente, sarò portato a cliccare su uno dei primi risultati, per diversi motivi:

  1. non ho voglia di cercare più a lungo del necessario
  2. l’esperienza di utilizzo di Google mi spinge a “fidarmi” del suo algoritmo
  3. ho più probabilità di trovare quello che cerco nelle prime posizioni, e comunque quasi mai oltre la prima pagina di risultati

Tutto ciò porta ad una conseguenza: comparendo nei primi risultati, il mio sito avrà possibilità di essere cliccato esponenzialmente più alte rispetto ai risultati che lo seguono.

Ciò significa più traffico, più visitatori interessati ai miei prodotti o ai miei servizi, più vendite finali o richieste di contatto.

Presenza verticale e concorrenza

Nell’affrontare una strategia SEO, è bene tenere a mente che i vantaggi non si limitano ad un maggior numero di visitatori che approderanno sul mio sito web, ma riguardano anche un diretto plus rispetto alla concorrenza.

Si parla infatti di presenza verticale quando per una determinata parola chiave si performa meglio di un diretto concorrente, ossia si compare più in alto nei risultati di ricerca. Questo permette di avere una posizione privilegiata rispetto all’attività di ricerca dell’ipotetico cliente.

Da questo punto di vista, la strategia SEO deve concentrarsi sui contenuti: testi chiari, precisi, che rispondano nel miglior modo possibile alle eventuali domande del target di riferimento, e strutturati in maniera corretta, in modo che Google non abbia difficoltà ad interpretare il messaggio.

Un sito veloce e ottimizzato per dispositivi mobile sono aspetti altrettanto fondamentali.

 

Presenza orizzontale

Un ipotetico cliente che cerca un prodotto simile a quello che offre la nostra azienda può formulare la domanda su Google in molte maniera diverse e a volte è complicato prevederle tutte: a questo si ovvia con approfondite analisi preventive e approntando una strategia basata sulle keywords, cercando di muoversi orizzontalmente.

Questa tecnica mi permetterà di avere un buon posizionamento del mio sito indipendentemente dal tipo di ricerca effettuata.

 

Quale strategia scegliere?

Ogni piano SEO per un sito aziendale è prima di tutto basato su analisi preventive: una metodologia ottima per un settore merceologico non è detto che lo sia altrettanto per un altro, magari a causa di un mercato più saturo.

Considerato che qualsiasi intervento SEO necessita di tempo, il consiglio è di affidarsi a professionisti, in maniera da compiere le scelte corrette fin da subito, evitando perdite preziose di tempo e di denaro.