Manutenzioni dei sistemi informatici: quali sono le attività da fare durante l’anno?

Manutenzioni dei sistemi informatici: quali sono le attività da fare durante l’anno?

Eseguire una manutenzione regolare delle infrastrutture IT consente di ottenere diversi vantaggi:

  • assicura performance stabili nel tempo
  • riduce i costi di supporto
  • rende la struttura meno incline a guasti o interruzioni di attività

Parallelamente alla manutenzione dell’hardware, le aziende possono approfittare delle routine di manutenzione per aggiornare le policies, le procedure ed i documenti del reparto IT.

Manutenzione base

Una manutenzione base, programmata settimanalmente o mensilmente, aiuta a tenere in ordine l’infrastruttura eseguendo pochi e semplici task:

  • archiviazione di materiale non più in uso
  • disinstallazione di software obsoleto
  • aggiornamento
  • eliminazione di files ridondanti

La mancata esecuzione di questi processi, come si può immaginare, non porta a grossi problemi nel breve periodo ma ignorandoli a lungo è facile trovarsi con un sistema lento o con poco spazio: è bene dunque programmare questi semplici interventi con una certa frequenza.

In questa maniera il sistema si mantiene efficiente e la manutenzione sarà minima.

Manutenzione IT e sicurezza

Un occhio di riguardo si deve prestare all’efficienza dei sistemi di sicurezza della propria infrastruttura IT: le aziende necessitano di una pianificazione attenta della manutenzione su questo versante, in quanto un sistema non correttamente gestito può portare a problemi piuttosto complessi da risolvere, se non critici.

Una routine di manutenzione corretta dei sistemi di sicurezza dovrebbe comprendere scansioni regolari di virus e spyware, dei backup combinati on-site e on the cloud ed il cambio periodico delle password di sistema.

 

Automatizzare la manutenzione IT

Con la giusta combinazione di software e hardware, è possibile automatizzare gran parte dei task di manutenzione.

Ad esempio, la maggior parte degli antivirus e dei sistemi di backup possono essere impostati per attivarsi regolarmente, ad orari specifici senza l’intervento umano. Nonostante questo tipo di automazioni siano solitamente affidabili, è bene controllare periodicamente che gli antivirus siano aggiornati e che i backup vengano conservati correttamente.

 

La manutenzione dell’hardware

Anche la manutenzione dell’hardware deve essere presa in considerazione regolarmente. Le macchine obsolete devono essere sostituite prima che rallentino i flussi aziendali ed eventuali problemi devono essere individuati e risolti utilizzando preferibilmente i servizi di auto-diagnosi di cui ogni macchina enterprise-level è ormai dotata.

 

Manutenzione e outsourcing

Nel caso in cui l’intero dipartimento IT sia affidato ad una ditta esterna (outsourcing), anche una manutenzione adeguata deve far parte del contratto e dovrebbe fornire sicurezze riguardo al mantenimento dell’intera infrastruttura in salute e completa efficienza. In sede di scelta di un nuovo fornitore, è bene tenere in particolare considerazione questi aspetti.

 

La gestione della documentazione

Un’efficace strategia di manutenzione deve comprendere anche la documentazione del reparto IT: accessi, protocolli e procedure in caso di interruzione del servizio devono essere condivisi e rintracciabili anche nel caso in cui non siano presenti i responsabili di queste informazioni.

Inoltre, un aggiornamento periodico della documentazione consente di tenere sotto controllo eventuali modifiche apportate al sistema IT e di rendere partecipe l’intero staff delle nuove procedure di gestione.

 

Una manutenzione periodica aiuta a mantenere in salute l’infrastruttura IT

Compiendo regolarmente queste routine di manutenzione, l’intera infrastruttura IT si manterrà efficiente e performante, e si potranno prevedere con anticipo eventuali guasti di sistema.
Controllando periodicamente lo stato dell’hardware si potrà pianificare in tranquillità la sostituzione di hardware obsoleto senza che ciò causi cali di produttività o sprechi di denaro.