Iperconvergenza, che cos’è e quali problemi consente di risolvere in Azienda

Iperconvergenza, che cos’è e quali problemi consente di risolvere in Azienda

I sistemi IT aziendali di tipo tradizionale sono diventati negli anni via e via più complessi: un mix di server, piattaforme di data storage, interfacce di rete e strutture di backup, ciascuno di essi risiedente in dispositivi a se stanti. Con necessità aziendali sempre più vaste e budget spesso inadeguati, questa frammentazione porta con se inevitabilmente una serie di svantaggi con i quali tutti gli amministratori IT hanno a che fare quotidianamente:

  • Complessità: maggiore difficoltà di gestione e necessità di specialisti che siano in grado di mantenere questi sistemi
  • Costi: alti per l’acquisto, alti per eventuali espansioni e alti costi operativi
  • Protezione dati: non essendo previste soluzioni integrate che facilitino il recupero dei dati, eventuali problemi si traducono in costi elevati e lunghi tempi di inoperatività.

 

Sistema convergente o iperconvergente?

L’idea di sistema convergente nasce per risolvere, in parte, questi problemi. In un approccio convergente, un produttore offre un bundle preconfigurato composto da un server, un sistema di archiviazione, un’interfaccia di networking (hardware e software) con l’obiettivo di minimizzare problemi di compatibilità e semplificare la gestione: questi moduli sono venduti in unità a se stanti ed è proprio qui che risiede la differenza con un sistema iperconvergente.

In una infrastruttura iperconvergente, infatti, le tecnologie sono così integrate che non possono essere suddivise in componenti separati. Questa stretta interconnessione fra i vari componenti mira a semplificare drasticamente l’infrastruttura stessa.

Vantaggi di un interfaccia iperconvergente

Rispetto ad un sistema IT tradizionale, una soluzione iperconvergente offre il pieno potenziale dell’hardware moderno in una piattaforma singola, economicamente efficace e che permette un veloce deployment delle risorse, in maniera scalabile. Vediamo più nel dettaglio alcuni dei suoi vantaggi principali:

  • Gestione semplificata: un’unica interfaccia è sufficiente per gestire l’intero sistema, non c’è bisogno dunque di tecnici iper-specializzati
  • Costi ridotti ed efficacia migliorata: prezzo di acquisto iniziale inferiore, installazione semplificata, upgrades dai costi prevedibili, minori costi operativi
  • Installazione e recovery più veloce: permette un’installazione e funzionalità di recovery molto più veloci di tutte le risorse IT, comprese applicazioni business e i dati stessi.
  • Nessuna perdita di dati: migliora i meccanismi di protezione dei dati e permette procedure automatizzate di recupero dati, con nessun downtime o perdita di dati.

Una gestione semplificata

Uno degli aspetti che rende complessa la gestione di una infrastruttura IT è la disomogeneità fra le varie interfacce utente: visto che ogni modulo è prodotto da un’azienda differente, il tecnico dovrà destreggiarsi fra diversi tools di gestione. Questo rende il deployment di nuove risorse difficoltoso e le richieste di supporto sono di difficile gestione. Una soluzione iperconvergente offre una singola interfaccia di gestione e tutte le richieste di supporto possono essere rivolte ad un unico fornitore.

Riduzione dei costi ed aumento dell’efficienza

Dal punto di vista dell’investimento iniziale, le soluzioni iperconvergenti permettono l’acquisto dell’intera infrastruttura da un singolo fornitore, ad un prezzo inferiore, anziché dover comprare costosi singoli componenti da diverse aziende.

Dal punti di vista dei costi operativi, l’utilizzo e la gestione di un sistema iperconvergente richiede meno manodopera e risorse.

Installazione e recovery più veloci

Le infrastrutture tradizionali richiedono che ogni singolo modulo venga configurato e installato singolarmente: allo stesso modo, nell’eventualità di un ripristino, ogni singolo dispositivo avrà bisogno di essere riconfigurata indipendentemente. Nell’infrastruttura iperconvergente, si ha una sola unità da dover configurare o ripristinare: questo permette di abbattere i tempi di deployment o recovery.

Nessuna perdita di dati

In un sistema iperconvergente, tecnologie di backup e replicazione sono inserite nel sistema dal principio, così come funzionalità di auto-diagnostica. Inoltre, per le caratteristiche stesse dell’infrastruttura iperconvergente, non sussistono problemi di interoperabilità dei dati.