Il web hosting gestito: una soluzione per PMI e liberi professionisti

Il web hosting gestito: una soluzione per PMI e liberi professionisti

Per hosting gestito si intende un modello di infrastruttura informatica nel quale l’host stesso o un servizio di terze parti offre supporto per task di routine o di emergenza rispetto ai server del cliente, siano essi a noleggio (rented) o di proprietà. L’hosting gestito si contraddistingue per la presenza, a titolo esemplificativo, di backup automatici, tools di monitoring, meccanismi di sicurezza aumentati.

Si differenzia dall’hosting non gestito  in quanto l’hardware, i sistemi operativi e le applicazioni sono interamente (o per la maggior parte) gestiti in maniera remota a seconda del servizio scelto.

Il cliente solitamente riceve un accesso amministrativo di qualche genere ma raramente si presenta la necessità di utilizzarlo: piuttosto, esso accede alle risorse del sistema acquistato attraverso un’interfaccia web o si rivolge direttamente allo staff di supporto per qualsiasi esigenza di sviluppo o risoluzione di problemi.

Differenze fra i vari servizi di hosting gestito

Solitamente, è il provider stesso che si occupa di:

  • Installazione e configurazione dell’infrastruttura
  • Installazione degli applicativi software
  • Fornire il supporto
  • Supervisionare e gestire le risorse
  • Individuare e risolvere eventuali problemi
  • Ampliare o ridurre l’infrastruttura a seconda delle necessità.

I servizi basilari sono simili in tutte le offerte di hosting gestito ma il grado di completezza può variare anche di molto fra offerta ed offerta. Nonostante questo i servizi che i providers di hosting gestito offrono possono essere sommariamente divisi in tre categorie.

 

Gestione dell’infrastruttura

Questo tipo di pacchetto mira a trasformare un’infrastruttura base che richiede updates regolari in un sistema dinamico adattato alle necessità specifiche del cliente, basato in parte su tools tradizionali ed in parte su servizi cloud.

Include solitamente varie utilità di sistema, gestione remota, datacenter sicuri e servizi cloud e può ridurre drasticamente costi e complessità.

 

Gestione del sistema operativo

La gestione del sistema operativo comprende il monitoraggio e la gestione dei problemi, backup, gestione della sicurezza, deployment di aggiornamenti e patch, l’assegnazione di ruoli utente. Il cliente si trova dunque a gestire solamente le applicazioni, mentre l’ecosistema a monte è mantenuto costantemente aggiornato e sicuro dal provider stesso: l’obiettivo è creare ambienti che offrano soluzioni scalabili e potenti al cliente finale.

 

Gestione delle applicazioni

La gestione delle applicazioni (AM) è il processo di installazione, manutenzione, aggiornamento del software durante il suo “ciclo vitale”.  Nella gestione delle applicazioni si fondono best practices, tecniche e procedure essenziali all’utilizzo ottimale di un software con riguardo alle performance e all’efficienza. Seppur votato ad ambienti quali aziende e società, anche un piccolo team od un libero professionista può assolutamente trarre vantaggio da una gestione dedicata degli applicativi.

 

Altre tipologie di servizio

Ovviamente, i pacchetti dei provider che offrono soluzioni di hosting gestito non si limitano a quanto sopra, anzi. Spesso sono presenti tutta una serie di servizi aggiuntivi che possono essere acquistati anche singolarmente, come ad esempio servizi mirati di backup (con vari livelli di sicurezza), load balancing, disaster recovery, protezione contro intrusioni e attacchi informatici.

Il grosso vantaggio di un servizio di hosting gestito risiede proprio nella possibilità di configurare (e pagare) solamente le tecnologie che effettivamente servono a ciascuna tipologia di business.

 

Hosting gestito o hosting non gestito? A chi conviene?

Se le risorse dedicate alle infrastrutture informatiche sono limitate in termini di competenze umana o hardware, conviene affidarsi ad una soluzione di hosting gestito. Allo stesso modo, se ci si vuole concentrare sul proprio business piuttosto che alla risoluzione di problemi quotidiani di natura informatica, l’hosting gestito è la soluzione migliore.

Nel caso invece che esistano già delle competenze pregresse riguardo alla gestione di un’infrastruttura IT e personale allocabile o già allocato a tali mansioni, o che per qualsiasi ragione non si ritenga fattibile autorizzare persone esterne all’accesso ai propri dati, una soluzione di hosting non gestito potrebbe essere ancora preferibile.

Una analisi preventiva sul budget, sulle competenze e sulle prospettive di crescita dell’azienda stessa potrà sicuramente fornire dati certi che permettano di optare per l’una o l’altra scelta.