CRM per le aziende e la loro integrazione con i sistemi informatici

CRM per le aziende e la loro integrazione con i sistemi informatici

I software CRM (Customer Relationship Management), alla loro origine, erano pensati per aiutare le aziende a costruire e mantenere le relazioni con i clienti nuovi e già acquisiti.

Da allora, questi software hanno subito una costante evoluzione arricchendosi via via di funzionalità sempre più complesse: gestione vendite, strumenti di marketing, accounting, analisi dati, sempre riuniti all’interno di un unico software interconnesso con gli altri strumenti di comunicazione aziendale.

Scegliere il giusto software CRM per la propria azienda non è sempre semplice, e dipende fortemente dalle necessità precise del proprio settore: vediamo assieme qualche caratteristica dei software CRM attualmente sul mercato al fine di dipanare qualche dubbio.

 

Quanto costa un software CRM?

Il costo di un software CRM varia enormemente: se qualche tempo fa il prezzo era riferito alla versione più recente del software, ora è sempre più diffuso un modello di vendita basato su una sottoscrizione mensile, che permette di avere una serie di servizi aggiuntivi come supporto tecnico e aggiornamenti costanti.

Il prezzo varia poi in base al numero di utenti, da qualche decina di euro al mese per utente ad anche migliaia di euro. Nel caso non si sia sicuri di che tipo di software dotarsi in azienda, molti fornitori di CRM offrono la possibilità di provare gratuitamente i propri gestionali per dei periodi di tempo.

 

Che caratteristiche cercare in un software CRM?

Un software CRM moderno fa molto di più che mantenere i contatti con i clienti organizzati: offre un set completo di strumenti per generare vendite ed effettuare campagne di marketing più efficaci e mirate. Vediamo assieme uno ad uno di che strumenti si tratta.

Lead management e vendite: l’obiettivo di questi strumenti è generare vendite partendo da vari canali, come social media, visitatori di un sito web, telefonate in entrata, iscrizioni ad una newsletter e molto altro.

Possono continuare la conversazione con il cliente in maniera automatizzata o manuale, aiutando l’azienda a gestire tutto il processo di vendita dall’acquisizione di un nuovo cliente al supporto post-vendita. Molti CRM offrono anche servizi di fatturazione e reportistica sulle vendite.

Marketing: molte soluzioni CRM incorporano strumenti di marketing come template di mail marketing, sms marketing, e piattaforme di project management. A volte, sono disponibili anche funzionalità di analisi della concorrenza e previsioni sulle vendite.

E-commerce: qualche CRM si interfaccia nativamente con la piattaforma di e-commerce aziendale, quasi tutti prevedono integrazioni facilitate tramite API o servizi terzi.

Reportistica: quasi tutti i CRM offrono funzionalità di reporting, attraverso interfacce utente (dashboards) semplici da consultare e molto flessibili, con strumenti avanzati per l’import/export di dati.

Call center: i CRM più economici prevedono l’integrazione con il sistema di telefonia aziendale attraverso servizi di terze parti, ma se le comunicazioni telefoniche sono centrali alle attività dell’azienda, vale la pena prendere in considerazione soluzioni CRM che offrano suite complete di gestione delle telefonate.

Workflows/project management: la maggior parte dei CRM di alto livello offre strumenti di project management dedicati all’utilizzo in team, in cui si può tenere traccia di precisi tasks, in relazione al cliente gestito.

 

Cosa chiedere durante la scelta di un CRM

Vediamo assieme su quali aspetti focalizzare l’attenzione durante la scelta di un CRM, attraverso un elenco di domande possibili:

  • è pensato per le piccole medie aziende?
  • quanto complicato è il processo di implementazione e che tipo di assistenza tecnica è inclusa nel prezzo?
  • Quanto è semplice da utilizzare?
  • C’è un minimo numero di utenti previsto?
  • Quante semplice è l’integrazione con le soluzioni che già utilizzo?
  • Qual’è il costo totale del CRM? Cosa succede se devo aggiungere più utenti o integrazioni ?
  • Il sistema di API è accessibile?
  • Che tipo di strumenti di sicurezza sono inclusi?

Attraverso questa semplice check-list si avrà un’idea sicuramente più definita del software che si sta andando a comprare, e la certezza che sia la soluzione più adatta alle proprie esigenze.